Ritratto del Leone Willie The Lion Smith

25/05/2022 19:30 - 20:30
Casa della musica
Address: Cervignano del Friuli

25 maggio ore 19.30

Casa della Musica di Cervignano 

Musiche di Sconfine

voce, suoni, effetti Aida Talliente

fender rhodes, organo, synth korg ms20  Giorgio Pacorig

live painting Cosimo Miorelli

 

Tratto da Ritratto del Leone Willie “The Lion” Smith’ di Amiri Baraka

Una produzione Hybrida Space

 

“Li ho suonati tutti

barrel house, ragtime, blues,

dixieland, boogie woogie, swing,

bebop, bop, persino classica.

Non fa la minima differenza

il nome che i critici o i giornalisti musicali

ci appiccicano sopra.

E’ tutta musica ed è tutta un’espressione dell’animo umano”.

Willie “The Lion” Smith

 

RITRATTO DEL LEONE

“Ragtime significa: musica suonata da chi non conosce la tastiera del piano. Il suonatore di ragtime stuzzica i tasti facendo ciò che gli viene in mente perché è fanatico, presuntuoso e molto aggressivo, fino a quando non arriva qualcun altro e si mette a suonare davvero. Allora egli diventa docile come un agnello. Ora, la differenza tra il suonatore di ragtimee un pianista vero, sta nell’aver dimestichezza con le progressioni eil sapersi muovere con entrambe le mani”.

Willie “The Lion” Smith, il suo piano, la sua musica, le sue funamboliche esecuzioni e non solo, raccontate attraverso quadri sonori, in cui le sue parole, la poesia di Amiri Baraka, i rumori dell’ambiente e una musica che a volte arriva all’urlo, costruiscono situazioni diverse, frammenti di vita. Un film sonoro in cui le sue composizioni vengono “usate” in modo libero; scomponendole, rielaborandole e intrecciando stili diversi dal blues al ragtime e all’elettronica, cosi come lui faceva con ogni melodia.

Tutto questo ci apre una domanda a cui non abbiamo ancora trovato risposta: “Ma cosa abbiamo mai tanto da urlare se urlare, il più delle volte, non serve a niente?”

Il mondo sarà sempre pieno di cinguettatori, ruttatori, saltimbanchi e vecchi cialtroni con i loro pifferi rotti a scorrazzare per le strade delle città.

Abitiamo la domanda.

Related upcoming events

  • 29/05/2022 12:30 - 29/05/2022 13:00

    29 maggio ore 12.30

    Teatro di S. Daniele del Friuli

    Festival della Costituzione

    di e con Aida Talliente voce

    e Clarissa Durizzotto clarinetto

     

    Una storia che dura da tutta l’eternità’, da quando le prime divinità, le più antiche, erano femminili. Da questo fondamentale frammento di storia nel corso del tempo equivocato, soffocato, dimenticato, inizia un breve percorso di poesie al femminile, che si muove tra le parole di alcune artiste, scrittrici, poetesse,  diventate nel tempo, straordinarie voci della condizione delle donne  intrisa di lotte per la valorizzazione e la conoscenza del sé e del proprio corpo, di rabbia, di volontà per poter contare come persone e non solo con un ruolo relegato al focolare domestico. Voci che arrivano da più parti del mondo raccontando di un recente passato di lotta e di sorellanza che ancora oggi resta un messaggio di rivendicazione sociale, di solidarietà e di speranza.