Aida Talliente

Il filo non è ciò che s’immagina. Non è l’universo della leggerezza, dello spazio, del sorriso. Tendere il filo è un lavoro duro. E’ un mestiere. Sobrio, rude, scoraggiante. E chi non vuole intraprendere una lotta accanita di sforzi inutili, pericoli profondi, trappole, chi non è pronto a dare tutto per sentirsi vivere, non ha bisogno di diventare funambolo. Soprattutto non lo potrebbe.

“Trattato sul funambolismo”  Philippe Petit

Works

Aisha

Sospiro d’anima

Miniere

Latest post

  • INSURREZIONI

    https://youtu.be/7FTFGSShBRM INSURREZIONI 27 MARZO 2020Mostra fotografica di Danilo De Marco dedicata a Tito Maniacco.Oggi doveva inaugurarsi questa bellissima mostra al Make spazio espositivo (Udine) ma purtroppo sarà rimandata chissà a quando. Lo ricordiamo intanto con letture e pensieri...

  • CULTURAVIRALE – L’OCCHIO DEL LUPO –

    Un nuovo racconto per la Libreria Friuli e per l’Associazione Get Up. L’occhio del lupo di Daniel Pennac La cultura non si ferma, immagina ogni giorno di più, lavora instancabilmente, inventa, riflette, porta bellezza, richiede un tempo per l’ascolto e dunque un tempo per fare......

  • DIARI DI UNA SEPARAZIONE

    https://marcocolonna.bandcamp.com/album/diari-di-una-separazione Il lavoro sarà on line solo per 24 ore. In queste 24 ore la politica di bandcamp in favore dei propri artisti durante la crisi dovuta al Covid 19 permetterà agli artisti di percepire il 100 % del prezzo di vendita. In questo momento le......

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.